Siglato un protocollo di intesa con Toscana Promozione Turistica, nel segno di un turismo positivo e sostenibile

Un protocollo di intesa che individua comuni obiettivi e comuni valori relativamente a turismo, valorizzazione del territorio e del patrimonio artistico della Toscana: è stato siglato ieri lunedì 3 aprile 2017 dalla Fondazione Romualdo Del Bianco® e dall’agenzia regionale Toscana Promozione Turistica nel contesto della presentazione del portale Vivafirenze alla BIT – Borsa Internazionale del Turismo.

È una firma importante, che raccorda il lavoro ultradecennale della Fondazione fiorentina senza scopo di lucro, impegnata a livello internazionale nella promozione e divulgazione di ricerche, studi e convegni finalizzati al dialogo tra culture attraverso la tutela del patrimonio culturale e artistico di Firenze e della Toscana, con il lavoro dell’agenzia regionale toscana per il turismo, fortemente orientata a promuovere il complesso dell’economia regionale sui mercati esteri e in particolare a valorizzare e promuovere l’offerta turistica della Toscana.

(firma del protocollo: a sinistra Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica, a destra Paolo del Bianco, presidente della Fondazione Romualdo Del Bianco)

“Siamo in sintonia con la Fondazione Romualdo Del Bianco e con questo tipo di approccio al turismo, che instaura relazioni positive tra le persone in viaggio e le comunità che le accolgono. L’industria del turismo deve andare oltre una valutazione di bilancio economico, ci vuole una nuova economia, che consideri la sostenibilità e la qualità del viaggio” ha dichiarato Stefano Ciuoffo, Assessore al Turismo della Regione Toscana.

“La firma di questo protocollo” ha proseguito Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica “sigla una consonanza di valori e di vedute con la Fondazione Romualdo Del Bianco nell’approccio al turismo. La Toscana intende muoversi con visioni ampie e prospettiche, ha bisogno di partner qualificati con cui immaginare e disegnare il turismo che verrà, anticipando i movimenti del mercato e proponendo una trasmissione di valori attraverso una scoperta del nostro territorio che sia sostenibile”.

Nella pratica l’accordo tra l’ente pubblico e quello privato costituisce l’inizio di un cammino condiviso nel realizzare e promuovere una forma innovativa di turismo, dove il viaggio è un mezzo e non il fine, dove l’obiettivo ultimo è la valorizzazione del territorio, la sua conoscenza, la sua visibilità.
“Il treno del turismo fatto di beni e consumi è giunto al capolinea” ha commentato Paolo Del Bianco, Presidente della Fondazione Romualdo Del Bianco: “Oggi dobbiamo far partire il treno del turismo di valori. Ogni viaggio è un’occasione eccezionale di scambio tra culture, di avvicinamento. Vorremmo che il nostro viaggiatore diventi un “residente temporaneo” del luogo che visita, per apprezzarne i valori come fosse un residente. È questa il grande tema, cogliere la potenzialità di un viaggio nel senso dell’incontro e della conoscenza. Solo così potremo raccogliere le sfide che ci pone l’industria del turismo e il tema della sua sostenibilità rispetto ai territori”.

La Fondazione Romualdo Del Bianco ha studiato e poi codificato un nuovo modello teorico di approccio al turismo, denominato “Life Beyond Tourism®”, concretizzato in un portale internazionale e in numerose pubblicazioni: il viaggio è fonte di conoscenza e se opportunamente orientato e gestito, è una inesauribile fonte di opportunità, non solo economiche, ma anche di tutela e salvaguardia del patrimonio culturale e occasione di dialoghi tra persone e culture.

Dal modello “Life Beyond Tourism” è già nato il portale di prenotazioni alberghiere Vivafirenze.it, che permette di prenotare un soggiorno nel capoluogo toscano a prezzi competitivi e partecipando, con la sola prenotazione e senza costi aggiuntivi, alla conservazione del patrimonio, finanziando soggetti locali che lavorano al restauro di beni o attività similari. Il portale è un progetto pilota, una “best practice” di “Life Beyond Tourism”, che ambisce a diventare in breve tempo un portale regionale. In questo senso il protocollo di intesa con l’amministrazione regionale è una partnership importante tra pubblico e privato che rinforza il perseguimento di obiettivi culturali legati al settore turismo.